Pages Navigation Menu

Dai Prodotti alle Soluzioni, tramite i Servizi

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su LinkedIn Seguici su Flickr Seguici su SlideShare Seguici su YouTube Seguici su Pinterest Richiesta Informazioni
Categories Navigation Menu
<< precedente successivo >>
pagina precedente

ISO/IEC 15693

ISO/IEC 15693 – International Standard for Vincinity Card

ISO/IEC 15693 è uno standard della serie degli International Standard che descrive i parametri per l’identificazione delle cards come definito nell’ Internation Standard ISO/IEC 7810 e l’uso di queste cards a livello internazionale.

Cards che rispecchiano questo standard sono definite Vicinity Cards e permetto distanze di rilevazione che possono arrivare fino 1,00 – 1,50 metri.

Questo tipo di cards a differenza  delle Proximity cards (alle quale voce in questo glossario si rimanda) non contiene in genere informazioni di tipo sensibile e viene utilizzato in molti ambiti: produttivo, logistico, documentale, anti-contraffazione, anti-taccheggio (EAS – Electronic Article Surveillance), ecc…

La distanza di rilevazione che può arrivare anche oltre il metro permette infatti un tipo di identificazione involontaria che può essere utilizzata con buoni risultati negli ambiti precedentemente descritti.  Per esempio, in processo produttivo gli items possono essere taggati con una card ISO/IEC 15693 ed essere identificati  automaticamente lungo il passaggio attraverso le fasi produttive da apposite antenne opportunamente configurate.

Questa tipologia di card contiene un codice seriale univoco di 8 byte read-only inalterabile. Sfruttando questa caratteristica è possibile taggare gli items che vengono prodotti garantendone l’univocità ed implementando di fatto sistemi anti-contraffazione  a tutela del mercato nero e del mercato grigio.

Le cards ISO/IEC 15693 in moti casi vengono utilizzate anche per realizzare dei sistemi di anti-taccheggio unitamente a Gate RFID con reader di tipo Long Range; I reader presenti nei Gate RFID infatti, possono essere configurati per rilevare in autonomia (senza cioè il collegamento ad un host) cards ISO/IEC 15693 che non sono state ‘staccheggiate’ ed attivare una segnalazione visiva e sonora. Questo può avvenire grazie al byte EAS presente nella cards ISO/IEC 15693 prodotte da NXP definito appunto di anti-taccheggio; il byte EAS  (Electronic Article Surveillance) viene attivato quando l’item è ‘taccheggiato’ e disattivato quando l’item viene  venduto regolarmente. Se viene omessa la fase di vendita e pagamento  (e quindi di disattivazione del byte EAS) quando l’item attraversa il Gate RFID (posto di norma all’uscita punto vendita), questo è in grado di rilevarlo attivando l’allarme. Un sistema anti-taccheggio può essere realizzato anche se i transponder non posseggono il byte EAS – Electronic Article Surveillance utilizzando allo stesso modo il byte AFI – Application Family Identifier che lo standard ISO/IEC 15693 prevede.

Questo tipo di identificazione involontaria si contrappone alla identificazione volontaria utilizzata invece nelle Vicinity Cards ISO/IEC 14443.

 

ISO/IEC 15693 è composto da 3 parti:

Parte 1 : caratteristiche fisiche (Physical characteristics)

Parte 2 : Interfaccia via etere ed inizializzazione (Air interface and initialization)

Parte 3: Anticollisione e protocolli di trasmissione (Anticollision and transmission protocols)

Parte 4: Comandi estesi e features di sicurezza (Extended command set and security features)

Vedere anche Stadard ISO/IEC 14443 per cards di tipo proximity

Documenti di riferimento:

  • International Standard for Vincinity Card ISO/IEC 15693-1
  • International Standard for Vincinity Card ISO/IEC 15693-2
  • International Standard for Vincinity Card ISO/IEC 15693-3

Link di riferimento : http://www.iso.org/iso/home

 Richiesta_Informazioni_249x70