Pages Navigation Menu

Dai Prodotti alle Soluzioni, tramite i Servizi

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su LinkedIn Seguici su Flickr Seguici su SlideShare Seguici su YouTube Seguici su Pinterest Richiesta Informazioni
Categories Navigation Menu
<< precedente successivo >>
pagina precedente

Ecomondo 2014: gestione smart della raccolta rifiuti con RFID

Rimini, 5 – 8 novembre 2014

A Ecomondo entra in scena l’RFID per tracciare la filiera del dato sui rifiuti, dalla creazione alla raccolta porta-a-porta

Ecomondoecomondo rfid, il polo mediterraneo dedicato all’ecoinnovazione ed alla trasformazione del rifiuto in risorsa, accoglie a Rimini dal 5 all’8 novembre 2014 la soluzione completa per gestire i servizi di raccolta rifiuti porta-a-porta, basata su tecnologia RFID.
Allo stand 040 del Padiglione B1, il Partner Computer Solutions, specializzato nella gestione amministrativa, organizzativa ed economica della movimentazione dei rifiuti, ed RFID Global, con il suo apporto nelle architetture RFID appositamente progettate e realizzate per il comparto del waste management,  mettono così in scena il sistema chiavi in mano che segue l’intero processo dei rifiuti, dalla loro produzione da parte dell’utente alla relativa fatturazione.
Il tutto testimoniato anche dalla case history di Sistema Ambiente, la società di servizi di igiene urbana che applica dall’autunno 2014 questa soluzione nel comune di Lucca.

Sistema-Ambiente_RFID_gestione-rifiuti_ott2014 (26)Nella cornice della smart city e nel rispetto della normativa sulla tariffazione dei rifiuti solidi urbani, la soluzione mira a rilevare in modo preciso ed automatico il prelievo dei rifiuti effettivamente prodotti dalle singole utenze: l’apposizione di tag RFID sui mastelli e bidoni carrellati e l’installazione dei dispositivi RFID Oberon della linea RedWave a bordo degli automezzi di raccolta permettono infatti di conoscere l’esatta quantità dei prelievi dei rifiuti generati da ogni utente, fornendo i dati necessari per il calcolo della tariffazione con il metodo cosiddetto puntuale (incasso direttamente versato dalle utenze attraverso la cosiddetta TARIP – Tassa Rifiuti Puntale, ex TIA).

Tra le peculiarità della soluzione, la certificazione del dato lungo l’intero processo di generazione, raccolta e tariffazione dei rifiuti prodotti, dalla consegna al contribuente dei sacchetti, mastelli e bidoni carrellati dotati di tag RFID alla rilevazione in modo preciso, automatico ed involontario del prelievo dei rifiuti grazie alle antenne con reader RFID integrato installate nei mezzi predisposti alla raccolta, fino al calcolo della tariffa attraverso la fattura della TARI e sulla base del Regolamento Comunale vigente.

La soluzione presentata a Ecomondo è aperta anche ad altre estensioni, tra cui l’identificazione dei percorsi degli automezzi tramite la tecnologia RFid e/o con l’ausilio del GPS (per geo-referenziare il prelievo), generando così informazioni utili per l’infomobilità: ottimizzazione dei percorsi, dei consumi e delle conseguenti emissioni degli autoveicoli preposti alla raccolta dei rifiuti.

Per leggere la storia completa dell’RFID in Sistema Ambiente a Lucca, clicca qui

Le coordinate di Ecomondo a Rimini:

5-6-7-8 novembre 2014, Stand 040 – Pad. B1 di Computer Solutions 

Questo slideshow richiede JavaScript.


 Richiesta_Informazioni_249x70